sapone

SAPONE INDUSTRIALE

sapone

TI SVELO ANCORA QUALCHE VERITà SUL SAPONE INDUSTRIALE.
Quando più di 10 anni fa ho iniziato ad autoprodurre il sapone in casa per me e la mia famiglia, l’ho fatto perché avevo scoperto che viene creato per la maggior parte con il sego del bovino e altri animali.
Essendo vegetariana, per scelta etica, non potevo usare un prodotto fatto con parti animali. 
Sono andata quindi alla ricerca in un primo momento, di saponi che non contenessero prodotti animali ed iniziai ad informarmi, ad imparare e a leggere l’ INCI, (che non è altro che l’elenco degli ingredienti con il quale viene prodotto un alimento o un cosmetico). 
Trovai in effetti diverse industrie che producevano saponi cosìdetti “ecologici”, ma visto che io sono una persona curiosa e scrupolosa ho indagato più a fondo su questa cosa. 
La maggior parte dell’industria che sbandieravano I loro saponi vegetali e ecologici, in realtà lo producono con l’olio di palma. 
Ora quando io ho iniziato a fare saponi non c’era ancora la lotta all’olio di palma che si è vista in questi ultimi due anni. 

Era ancora una notizia che rimaneva occultata.

Però io avevo altre fonti. e scoprì che l’olio di palma in effetti era (ed È) molto richiesto perché ha un costo bassissimo e si ottiene un sapone molto duro ( e che si consuma più lentamente).
Non ha proprietà che migliorino a livello qualitativo il sapone, anzi, tende a seccare la pelle. 
HO SCOPERTO che non solo l’aumento della richiesta dell’olio di palma ha incrementato il disboscamento di vaste aree forestali per la coltivazione di questo albero, ma si procede tranquillamente ad avvelenare anche le falde acquifere, in modo da eliminare anche gli animali che normalmente passano attraverso a questi luoghi, come ad esempio gli elefanti. Intere famiglie sterminate solo per far cambiare loro direzione per evitare che rovinino le coltivazioni di palma. 
È per questo che ho deciso alla fine, che se volevo un sapone per me non doveva in alcun modo danneggiare altri esseri viventi. Mi sono studiata tutti gli oli, la loro composizione, che tipo di sapone avrebbero dato come consistenza e come qualità.
La mia decisione è stata quella di utilizzare solo olio extra vergine di oliva, olio di vinaccioli, Olio di riso, olio di ricino e altri olio, che siano a basso impatto ambientale.
Oli che anche se non danno un sapone che dura in eterno, hanno proprietà che ne esaltano le caratteristiche e che sono VERAMENTE ECOSOSTENIBILI.

Lascia un commento